Quaderni Zanshin: Dojo, Il Luogo della Propria Crescita


Dojo: Il luogo della crescita personale

Il secondo Quaderno Tecnico ad opera del Maestro Andrea Re e’ dedicato al luogo che come budoka tutti dovremmo frequentare piu’ spesso e farlo capendone il significato: non una palestra di educazione fisica, ma una scuola di vita e un modello di piccola societa’

di ANDREA RE

Il dojo è la scuola del sensei (maestro), ed egli ne rappresenta il vertice: sue sono le direttive e le norme di buon andamento della stessa.
Oltre al maestro ci sono altri insegnanti, suoi allievi, ed i senpai (allievi anziani di grado) che svolgono un importante ruolo; il loro comportamento quotidiano rappresenta l’esempio che deve guidare gli altri praticanti. Quando un senpai non si cura del proprio comportamento diventa un danno per tutta la scuola.
Nessun allievo avanzato prende dal dojo più di quanto esso (allievo) non dia a sua volta: il dojo non è semplice spazio, ma anche l’immagine di un atteggiamento.
I dojo della Via si differenziano in questo aspetto dai normali spazi sportivi: l’esercizio fisico può anche essere il medesimo, ma è la ricerca del giusto atteggiamento che consente di progredire.
L’allievo entra nel dojo e deve lasciare alle spalle tutti i problemi della quotidianità, purificarsi la mente e concentrarsi sull’allenamento per superare i propri limiti e le proprie insicurezze, in un costante confronto con sé stesso.
Il dojo è come una piccola società, con regole ben precise che devono essere rispettate. Quando gli allievi indossano il kimono diventano tutti uguali, la loro condizione sociale o professionale viene lasciata negli spogliatoi, per il maestro essi
sono tutti sullo stesso piano.
Con le tecniche si apprende una serie di norme, che vanno dalla cura della persona e del kimono (che mostra solo l’emblema della scuola), al fatto di non urlare, non sporcare, non fumare, non portare orecchini o altri abbellimenti (per evitare di ferirsi o di ferire), al fatto di comportarsi educatamente sino all’acquisizione dell’etica dell’arte marziale che discende da quella arcaico-feudale dei samurai: il Bushido o Via del guerriero.

Fonti: Wikipedia

Quaderno Zanshin PDF

Quaderni precedenti


Copyright Andrea Re ©2011
Ogni riproduzione non espressamente autorizzata dall’autore e’ proibita
Il sito di Andrea Re e’ http://www.zanshin-dojo.it/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...