Il Rapporto Maestro-Allievo nelle Arti Marziali

di SIMONE CHIERCHINI - André Cognard è una delle voci contemporanee più autorevoli nell’ambito del Budo internazionale. Insegnante “itinerante”, profondo conoscitore del Giappone e delle sue tradizioni, André Cognard ha portato in tutto il mondo la tecnica del suo maestro, Hirokazu Kobayashi, il messaggio umano che l’Aikido è al servizio di tutti e il messaggio spirituale che la nostra disciplina diventa semplicemente Arte una volta che si ricongiunge a se stessa. Questo testo, tratto da "Il Filosofo", libro intervista pubblicato nel 2021 da Aikido Italia Network Publishing, presenta il rapporto maestro-allievo da una affascinante e inconsueta prospettiva

Arrested Development

di SIMONE CHIERCHINI - Taken from "The Translator", the book-interview produced by Aikido Italia Network Publishing, this chapter deals with the thorny issue of the development of Aikido or rather its current non-development. Has the practice of our Art become crystallized and a sort of Takemusu Aiki in reverse? We asked Christopher Li, an aikidoka who describes himself as a "hobbyist with a speciality". Through his research and writings, Chris has made an important contribution to the understanding of modern Aikido. His views on Aikido, its history and future developments are unconventional and often "politically incorrect", but he is not afraid to share them. This chapter of "The Translator", like the rest of the book, is not easy reading for those unwilling to discuss the official narrative of our art and its people…

L’Uomo Saitō

di SIMONE CHIERCHINI - Sul Morihiro Saito "Maestro" si sono scritti interi volumi. Nel capitolo "L'Uomo Saito" qui presentato, un estratto da "L'Ermetista - Intervista a Paolo Corallini", libro-intervista pubblicato da Aikido Italia Network Publishing, si coglie la calda umanità di Morihiro Saito fuori dal dojo. Godetevi alcuni gustosi aneddoti narrati da Paolo Corallini come antipasto al suo libro, acquistabile su Amazon

Il Kototama

di SIMONE CHIERCHINI - Abbiamo il piacere di presentare "Il Kototama", interessante capitolo tematico tratto dal libro-intervista "Il Ricercatore - Intervista a Luigi L. Gargiulo", pubblicato nel 2021 da Aikido Italia Network Publishing. O-sensei creò l'Aikido come mezzo per realizzare il Kototama, ma il potere magico del suono è stato a lungo un mezzo di pratica spirituale fin dagli albori della civiltà umana. Il logos biblico, "In principio era il Verbo", veniva tramandato in India già nel 400 aC nei Veda, il libro sacro dell'India. Luigi L. Gargiulo qui ci offre una ricca introduzione alla pratica del Kototama

The Training Culture at the Aikikai Hombu Dōjō

SIMONE CHIERCHINI - William T. Gillespie cast aside all the enviable benefits and considerable comforts of life in Southern California to move to Tokyo to devote himself to intensively study Aikido at the Aikikai World Headquarters (1997). Currently a 6th Dan Aikikai, his martial arts adventures in Japan and beyond to South East Asia, Korea and even The People’s Republic of China became a fantastic journey of self-discovery and personal development that continues to unfold. Taken from "The Traveler - Find Tour Way, Aikido Italia Network Publishing book-interview with WT Gillespie, here's an interesting excerpt about what William thinks about training at the Hombu

Aikido and Parenting

by SIMONE CHIERCHINI - I am an ''egoist'', I don't teach out of ''vocation''. I don't teach because I wish to make the world a better place, or change people's lives or anything like that. I always trained in Aikido first and foremost for my enjoyment and personal growth. Consequently, as a teacher, I have never felt I was or had to be anyone's father, not to mention felt somewhat responsible for influencing the lives of my students

1942 – La “Vraie” Démonstration

par SIMONE CHIERCHINI - La (tristement) célèbre “True Demonstration” a eu lieu en Mandchourie pendant l’été 1942. L’occasion fut le 10ème Anniversaire de la Fondation du Manchukuo, le gouvernement fantoche japonais de la Mandchourie, régi par Pu Yi, le “Dernier Empereur” mis en scène par le réalisateur Bertolucci

A Proposito di Yoji Fujimoto

di SIMONE CHIERCHINI - Yoji Fujimoto sensei ci ha lasciato nel 2012, lasciando nel contempo dietro di sé migliaia di allievi che non hanno smesso di rimpiangerlo. Dal 1971, anno del suo arrivo in Italia, il maestro Fujimoto ha dedicato tutta la sua vita e ogni sua energia alla pratica dell’Aikido. In questo incontro dal vivo, il nono episodio di The Aiki Healing Sessions, alcuni degli allievi anziani del maestro Fujimoto si sono sforzati, nel limite delle loro capacità e memorie, di rievocare la figura e l'insegnamento di Fujimoto sensei

A Proposito di Hideki Hosokawa

di SIMONE CHIERCHINI - "Se piace, prendete. Se non piace, lasciate". Hideki Hosokawa sensei ha insegnato in Italia e in Europa esattamente per 30 anni. Era un praticante e un insegnante colto, che produsse un Aikido pieno di suggestioni e rimandi, di implicazioni e connessioni. L'Aikido di Hosokawa sensei non era "facile", ma profondamente coinvolgente per gli studenti più attenti. “The Aiki Healings” vi porta un colloquio a quattro per dar voce al maestro Hosokawa, che purtroppo da anni non sentiamo. Quattro allievi storici si sono ritrovati nel tentativo di descrivere chi era Hosokawa sensei, un uomo e un maestro che ha dato un contributo mai abbastanza sottolineato allo sviluppo dell’Aikido in Italia

Uka (Haru) Onoda, la Sculptrice d’Aïkido

by SIMONE CHIERCHINI - "Le jour où il sera possible de parcourir l'entière histoire de l'Aikido en Italie, un chapitre sera sans doute consacré à Haru Onoda, pionnière de l’Aikido dans notre Pays, depuis les temps où l'existence de cet Art était connue chez peu de amateurs d'arts martiaux et de choses japonaises" [1]. Avec ces mots prophétiques, Giovanni Granone, pilier de l’Aikido national pour plus de trois décennies, décrivait en 1973 l’importance du rôle joué par la jeune Onoda en Italie dans ses dix ans de permanence et travail en Italie