Fedeltà e Innovazione

di ANDRÉ COGNARD - Mi capita spesso di leggere in vari blog articoli tesi a dimostrare che si è custodi della tradizione, autentici difensori dell'ortodossia di tale o talaltra scuola tradizionale. A questi super-praticanti, specialmente a coloro che si ergono ad arcigni guardiani dell'Aikido più autentico – che si tratti di quello di O-sensei o di qualche suo epigono – mi sento di dire: ciò che non si evolve perisce. Se l'Aikido praticato oggigiorno corrispondesse in tutto e per tutto a quello praticato da O-sensei, ciò significherebbe che il tempo si è fermato. Quando si è esaurito il proprio tempo, quando cioè non si è più in grado di apportare alcun cambiamento in questo mondo, lo si lascia

Il Rapporto Maestro-Allievo nelle Arti Marziali

di SIMONE CHIERCHINI - André Cognard è una delle voci contemporanee più autorevoli nell’ambito del Budo internazionale. Insegnante “itinerante”, profondo conoscitore del Giappone e delle sue tradizioni, André Cognard ha portato in tutto il mondo la tecnica del suo maestro, Hirokazu Kobayashi, il messaggio umano che l’Aikido è al servizio di tutti e il messaggio spirituale che la nostra disciplina diventa semplicemente Arte una volta che si ricongiunge a se stessa. Questo testo, tratto da "Il Filosofo", libro intervista pubblicato nel 2021 da Aikido Italia Network Publishing, presenta il rapporto maestro-allievo da una affascinante e inconsueta prospettiva

Arrested Development

di SIMONE CHIERCHINI - Taken from "The Translator", the book-interview produced by Aikido Italia Network Publishing, this chapter deals with the thorny issue of the development of Aikido or rather its current non-development. Has the practice of our Art become crystallized and a sort of Takemusu Aiki in reverse? We asked Christopher Li, an aikidoka who describes himself as a "hobbyist with a speciality". Through his research and writings, Chris has made an important contribution to the understanding of modern Aikido. His views on Aikido, its history and future developments are unconventional and often "politically incorrect", but he is not afraid to share them. This chapter of "The Translator", like the rest of the book, is not easy reading for those unwilling to discuss the official narrative of our art and its people…

L’Uomo Saitō

di SIMONE CHIERCHINI - Sul Morihiro Saito "Maestro" si sono scritti interi volumi. Nel capitolo "L'Uomo Saito" qui presentato, un estratto da "L'Ermetista - Intervista a Paolo Corallini", libro-intervista pubblicato da Aikido Italia Network Publishing, si coglie la calda umanità di Morihiro Saito fuori dal dojo. Godetevi alcuni gustosi aneddoti narrati da Paolo Corallini come antipasto al suo libro, acquistabile su Amazon

Il Kototama

di SIMONE CHIERCHINI - Abbiamo il piacere di presentare "Il Kototama", interessante capitolo tematico tratto dal libro-intervista "Il Ricercatore - Intervista a Luigi L. Gargiulo", pubblicato nel 2021 da Aikido Italia Network Publishing. O-sensei creò l'Aikido come mezzo per realizzare il Kototama, ma il potere magico del suono è stato a lungo un mezzo di pratica spirituale fin dagli albori della civiltà umana. Il logos biblico, "In principio era il Verbo", veniva tramandato in India già nel 400 aC nei Veda, il libro sacro dell'India. Luigi L. Gargiulo qui ci offre una ricca introduzione alla pratica del Kototama

The Training Culture at the Aikikai Hombu Dōjō

SIMONE CHIERCHINI - William T. Gillespie cast aside all the enviable benefits and considerable comforts of life in Southern California to move to Tokyo to devote himself to intensively study Aikido at the Aikikai World Headquarters (1997). Currently a 6th Dan Aikikai, his martial arts adventures in Japan and beyond to South East Asia, Korea and even The People’s Republic of China became a fantastic journey of self-discovery and personal development that continues to unfold. Taken from "The Traveler - Find Tour Way, Aikido Italia Network Publishing book-interview with WT Gillespie, here's an interesting excerpt about what William thinks about training at the Hombu

Mala Tempora e le Decisioni

di GIANMARCO OLIVÈ - Ho fatto del mio meglio per tacere. Mi ero ripromesso di girare al largo da Facebook, uno spazio farlocco che non è di condivisione, parola per altro abusata e fraintesa, ma di promozione di sé e delle proprie attività. Mi sono interrogato sull’utilità di esprimere riflessioni o proporre visioni e la risposta è stata chiara e al contempo desolante. Una gocciolina nel mare. Un mare inquinato, pure. Ma le recenti evoluzioni che la realtà mediatica veicola sono allarmanti e grottesche al contempo. Per cui eccomi qua, gocciolina nel grande mare inquinato.

Aikido e Libertà

di MASSIMILIANO GANDOSSI - L’Aikido spinge nella direzione di liberare le proprie energie vitali e umane, di ascoltare ciò che arriva dall’universo, e trovare un awase con esso. Non posso che pensare quindi che la concretizzazione di questo principio in un dojo sia quella dell’inclusione priva di discriminazioni di ogni tipo, razziale, di età e genere e sicuramente per tipologia di pensiero riguardo alla scelta terapeutica

Cosa Ci Lascia la Pandemia?

di UGO MONTEVECCHI - Nel luglio scorso è arrivato finalmente il segnale per dar di nuovo fuoco alle polveri. Via libera per le attività di contatto anche al chiuso anche se ancora con l’uso della mascherina. Ma che importa? Siamo dei campioni nell’uso della respirazione e qualche piccolo impedimento al reperimento dell’ossigeno non ci spaventa. Strano però ripartire a luglio quando di solito si vede il tatami svuotarsi di molti allievi per le vacanze estive. E ora, in quanto tempo riusciremo a buttarci alle spalle anche gli ultimi strascichi della pandemia?