Sokaku Takeda Attraverso gli Occhi degli Abitanti di Shirataki

di CRISTOPHER LI - Questo articolo è la traduzione in italiano di un racconto steso in giapponese da Masashi Kubota (久保田雅士), un praticante di Aikido che correntemente risiede nel villaggio di Shirataki nell'Hokkaido. Presenta una serie di ricordi dell'insegnante di Morihei Ueshiba, Sokaku Takeda, attraverso gli occhi dei locali abitanti di Shirataki

L’Uso delle Armi nell’Allenamento di Aikido

di ELLIS AMDUR - In che modo la pratica delle armi contribuisce o inibisce gli scopi dell'Aikido? La natura essenziale di un'arma è che si tratta di un oggetto creato per fare del male agli altri: tagliare e squarciare la carne, spaccare le ossa, infliggere dolore, anche togliere la vita. Qualsiasi altro scopo, come l'uso dell'arma come emblema di potere o come mezzo di avanzamento spirituale, sono sviluppi secondari. Pertanto, la prima domanda: la tecnica delle armi in Aikidō è efficace come arte marziale da combattimento? E poi, se le tecniche dell'Aikido sono state create al servizio di uno scopo più elevato, lo studio delle armi favorisce la risoluzione del conflitto umano attraverso relazioni armoniose?

Atemi, il Colpo che Vale una Vita

di CARLO CAPRINO - Nelle Arti marziali e nelle discipline da combattimento rivestono fondamentale importanza – come è facile immaginare – le tecniche di percussione. Come e dove colpire sono stati per secoli argomenti esplorati in teoria ed in pratica, e sempre conoscenze custodite gelosamente all’interno delle Scuole che le avevano sviluppate. Il modo di colpire un avversario, la direzione e l’intensità del corpo, la parte del proprio corpo con cui colpire e la parte del corpo avversario da percuotere assursero al rango di vera e propria scienza, esplorando tutte le infinite possibilità di applicazione, legate anche alla tipologia di scontro in atto

Salvatore Mergé, il Primo Occidentale alla Corte di Ueshiba

di SIMONE CHIERCHINI - Almeno 15 anni prima del francese André Nocquet, un altro occidentale era stato accettato nell'allora Kobukan Dojo di Morihei Ueshiba a Ushigome. Era il poliedrico e misterioso Salvatore Mergé, esoterista, orientalista, pittore e diplomatico italiano in missione come addetto culturale presso l'Ambasciata d'Italia a Tokyo dal 1937 al 1943. Con ogni probabilità Mergé fu anche il primo a insegnare Aikido fuori dal Giappone a partire dal 1947, quando diede lezioni dell'arte di Ueshiba, allora del tutto sconosciuta, a pochi selezionati nella città di Roma, facendo dell'Italia il primo paese straniero in assoluto a conoscere l'Aikido

Il Fondatore Morihei Ueshiba, una Divinità?

di GAKU HOMMA - L'Aikido è praticato in tutto il mondo da persone di culture diverse, con credenze e punti di vista diversi. Oggi i concetti dell'Aikido e della sua filosofia stanno iniziando a prendere forma in un mondo più esteso senza essere intesi nella sua origine giapponese. Quello che si pensa dell'Aikido e del Fondatore, e della relazione fra essi e la religione sta iniziando a mostrare segni di distorsione. Penso che l'Aikikai come organo organizzativo debba affrontare questi problemi per offrire al mondo una posizione più chiara. È necessario affrontare ufficialmente la crescente concezione in tutto il mondo che il Fondatore sia un Dio

Aikido Yoseikan – La Scuola Che Non Ha Conosciuto il Doshu

di ADRIANO AMARI - La scuola Yōseikan esprime il principio che sia necessario conoscere il passato per capire il presente. Bisogna sapere dove e come si sono generate le tecniche e, nel renderle utili per i tempi contemporanei non si deve perdere questa coscienza. Minoru Mochizuki sensei riteneva che l’Aikidō dopo Ō Sensei idealizzasse troppo le tecniche e le scollegasse dal contenuto marziale di efficacia

Ampiezza e Profondità della Pratica

di CARLO CAPRINO - Sono passati un po’ di anni da quando il mio primo insegnante, per motivi di lavoro, dovette cambiare città e affidare a me il corso di Takemusu Aikido che fino ad allora aveva diretto così bene da portare diversi di noi allievi, in pochi anni, all’ambito traguardo della tanto agognata “cintura nera”. Passai così “dall’altra parte della barricata” e cominciai a sperimentare quanto fosse comodo il ruolo dell’allievo e quanto, viceversa, impegnativo quello dell’insegnante

Chiba Sensei Spiega la Difficoltà di Insegnare Aikido ai Bambini

di KAZUO CHIBA - Non sono un esperto in materia di bambini e Aikido, poiché ho solo un'esperienza limitata nel settore rispetto alla mia esperienza nella formazione degli adulti. Inoltre, la mia esperienza è limitata principalmente ai giapponesi e ai bambini che hanno familiarità con la cultura giapponese. Per questo motivo, credo che ci siano persone più qualificate di me per affrontare le specifiche questioni uniche rispetto alla formazione dei bambini. Spero che saremo in grado di condividere le esperienze e le conoscenze di queste persone in modo da poter approfondire l'argomento

La Carriera di Ueshiba nelle Arti Marziali Prima della Nascita dell’Aikido

di SIMONE CHIERCHINI - Se dovessimo credere aprioristicamente ai siti web delle organizzazioni dell'Aikido in tutto il mondo, O'Sensei Morihei Ueshiba avrebbe studiato "diverse arti marziali durante la sua vita" e ricevuto "certificati di maestria in diversi stili di jujitsu, scherma e lancia da combattimento" e via dicendo. Siamo sicuri che sia vero? Oppure si tratta dell'ennesima fabbricazione post mortem?

Biografia di Kisshomaru Ueshiba, Secondo Doshu dell’Aikido

di GUILLAUME ERARD - Quando si legge un articolo o una definizione sull'Aikido, si trovano ovviamente molte informazioni sul suo fondatore, Ueshiba Morihei. Molti dei nostri insegnanti si rivolgono spesso a quest'uomo che non hanno mai incontrato per giustificare le loro scelte non solo tecniche, ma anche morali. Quello che non molti sanno o accettano, tuttavia, è il fatto che l'Aikido, come viene praticato oggi in tutto il mondo, è in debito non solo con Morihei, ma anche con suo figlio Kisshomaru