Ukemi

di PETER BOYLAN - Attraverso i miei anni di pratica, posso dire che una buona capacità di interpretare l’Ukemi è una delle cose più utili che ho imparato al Dōjō. Inciampare, cadere con la mia moto, scivolare sul ghiaccio, sono tutte occasioni che utilizzano l’abilità di fare ukemi…

Aikido: “L’Arte di Interpretare il Gesto”

di MAURIZIO SABOT - Quindi Uke è un soggetto vivo, attivo, stimolante e stimolato (nella sua lotta contro il sé) che, sinceramente, sa motivare, controllare e garantire la crescita di Tori e la sua stessa. Sente, accetta gli errori dell'altro come parte di sé. E' capace di  guidarlo ad una crescita spontanea, non avvilente, proficua per entrambi. Uke controlla il proprio Ego, la propria narcisistica inclinazione alla violenza e Tori impara attraverso la tecnica ad "armonizzare il conflitto": Takemusu [武産]