Uka (Haru) Onoda, Aikido’s Sculptress

by SIMONE CHIERCHINI - "One day, when it will be possible to trace a history of Aikido in Italy, a chapter will undoubtedly be dedicated to Haru Onoda, a pioneer of Aikido in our country, since the days when the existence of this art was only known to a few lovers of martial arts and Japanese things" [1]. With these prophetic words, Giovanni Granone, a column of Italian Aikido for over three decades, in 1973 described the importance of the role played by the young Onoda in Italy in her ten years of stay and work in our country

Uka (Haru) Onoda, la Scultrice dell’Aikido

di SIMONE CHIERCHINI - "Quando un giorno sarà possibile tracciare una storia dell'Aikido in Italia, un capitolo sarà indubbiamente dedicato a Haru Onoda, pioniera dell'Aikido nel nostro Paese, sin dai tempi in cui l'esistenza di quest'Arte era nota a pochi cultori di arti marziali e di cose giapponesi" [1]. Con queste profetiche parole, Giovanni Granone, colonna dell'Aikido nazionale per oltre tre decenni, nel 1973 descriveva l'importanza del ruolo svolto dalla giovane Onoda in Italia nei suoi dieci anni di permanenza e lavoro nel nostro paese

Salvatore Mergé, the First Westerner Student of Morihei Ueshiba

by SIMONE CHIERCHINI - At least 15 years before the French André Nocquet, another westerner had been accepted into Morihei Ueshiba's Kobukan Dojo in Ushigome. He was the multifaceted and mysterious Salvatore Mergé, an esotericist, orientalist, painter and Italian diplomat on a mission as cultural attaché at the Embassy of Italy in Tokyo from 1937 to 1943. In all likelihood Mergé was also the first to teach Aikido outside of Japan starting from 1947, when he gave lessons of the art of Ueshiba, then completely unknown, to a select few in the city of Rome, making Italy the first foreign country ever to know Aikido

Salvatore Mergé, il Primo Occidentale alla Corte di Ueshiba

di SIMONE CHIERCHINI - Almeno 15 anni prima del francese André Nocquet, un altro occidentale era stato accettato nell'allora Kobukan Dojo di Morihei Ueshiba a Ushigome. Era il poliedrico e misterioso Salvatore Mergé, esoterista, orientalista, pittore e diplomatico italiano in missione come addetto culturale presso l'Ambasciata d'Italia a Tokyo dal 1937 al 1943. Con ogni probabilità Mergé fu anche il primo a insegnare Aikido fuori dal Giappone a partire dal 1947, quando diede lezioni dell'arte di Ueshiba, allora del tutto sconosciuta, a pochi selezionati nella città di Roma, facendo dell'Italia il primo paese straniero in assoluto a conoscere l'Aikido

Commento Personale Sul Significato e Valore del Riconoscimento della Personalità Giuridica dell’Aikikai d’Italia

di PAOLO BOTTONI - Premetto che parlo a titolo personale, certamente in qualità di “persona informata dei fatti”, ma esprimendo anche mie opinioni, che non impegnano nessuno, e che non ho alcuna veste ufficiale. Rappresento solo me stesso

Le Persone che Hanno Contribuito a Creare l’Aikikai d’Italia

Questo articolo, scritto dal Direttore Didattico dell'Aikikai d'Italia Tada Hiroshi, fu pubblicato per la prima volta sulla rivista Aikido Tankyu N. 5 il 20 gennaio 1993 con il titolo Italia Aikikai-wo tsukutta hitobito. In esso Tada Sensei rende tributo alle persone che lo hanno assistito nella fondazione e consolidamento della sua creatura/associazione dai faticosi inizi… Continua a leggere Le Persone che Hanno Contribuito a Creare l’Aikikai d’Italia