The Great Old Man – Interview with Danilo Chierchini

by SIMONE CHIERCHINI - Danilo Chierchini is the great old man of Martial Arts in Italy. Judo pioneer in Italy in the 1950s and national team champion in 1954, founder of the first regular Aikido dojo in Italy and signatory of the letter to the Hombu Dojo that brought Hiroshi Tada to Italy in the 1960s, first Shodan Aikikai in Italy (in the company of other 18 pioneers) in 1969, Danilo has been the director of the Central Dojo in Rome from 1970 to 1993, founding member and then President of the Italian Aikikai for 12 years and a 5th Dan Aikikai in 1979. He is a column of Italian Budo, even if he has retired for years and hasn't given news of himself for a long time. I dug up him in his Tuscan retreat, and with the help of a little Vino Nobile di Montepulciano, I melted his tongue, but don't expect the classic interview on Aikido...

Commento Personale Sul Significato e Valore del Riconoscimento della Personalità Giuridica dell’Aikikai d’Italia

di PAOLO BOTTONI - Premetto che parlo a titolo personale, certamente in qualità di “persona informata dei fatti”, ma esprimendo anche mie opinioni, che non impegnano nessuno, e che non ho alcuna veste ufficiale. Rappresento solo me stesso

Riconoscimento della Personalità Giuridica dell’Aikikai d’Italia

Nel nostro sforzo di costruire un database di documenti ufficiali sull'Aikido italiano e non, non poteva mancare il documento con cui nel 1978 la Repubblica Italiana riconosceva la personalità giuridica dell'Aikikai d'Italia, un evento che al tempo fu accolto con entusiasmo e grandi speranze per lo sviluppo dell'Aikido nel nostro paese "Il Presidente della Repubblica VISTO l'atto… Continua a leggere Riconoscimento della Personalità Giuridica dell’Aikikai d’Italia

Il Grande Vecchio – Intervista a Danilo Chierchini

dI SIMONE CHIERCHINI - Danilo Chierchini è il grande vecchio delle Arti Marziali in Italia. Pioniere del Judo in Italia negli anni Cinquanta e campione nazionale a squadre nel 1954, fondatore del primo dojo di Aikido regolare in Italia e firmatario della lettera all'Hombu Dojo che portò Hiroshi Tada in Italia negli anni Sessanta, primo Shodan Aikikai in Italia (in compagnia di altri 18 pionieri) nel 1969, direttore del Dojo Centrale di Roma dal 1970 al 1993, socio fondatore e poi Presidente dell'Aikikai d'Italia per 12 anni, 5° Dan Aikikai nel 1979. Una colonna del Budo nel nostro paese, anche se da anni si è ritirato e da un pezzo non dà notizie di sé. Io l'ho stanato nel suo ritiro toscano, e con l'aiuto di un po' di Vino Nobile di Montepulciano gli ho sciolto la lingua, ma non aspettatevi la classica intervista sull'Aikido...

Mi Chiamo Fuori…

di SIMONE CHIERCHINI - Ci sono dei momenti nella vita in cui si ripensa alle proprie scelte, al lavoro fatto e ai risultati finora conseguiti. Alcuni sono contenti di trovarsi dove sono, altri non si pongono neppure la questione, certi sono scontenti ma cementati sul posto, pochi continuano a muoversi

Intervista a Hiroshi Tada

Pensiamo di fare cosa lieta a molti aikidoka in Italia proponendo l'intervista del 1995 di Stanley Pranin a Tada Sensei dagli incredibili archivi di Aikido Journal, con cui Aikido Italia Network ha stretto un recente accordo di collaborazione/scambio. L'articolo fornisce notevoli chiarimenti sulla genesi della visione dell'Aikido del fondatore dell'Aikido in Italia e sulle sue… Continua a leggere Intervista a Hiroshi Tada

Intervista a Motokage Kawamukai

Motokage Kawamukai Sensei a Coriano (2011)

di SIMONE CHIERCHINI - Motokage Kawamukai Sensei, 6 Dan Aikikai, viene da molti ritenuto il padre dell'Aikido italiano. Questa intervista rivela aspetti inediti dell'inizio dell'Aikido in Italia, affronta temi spinosi come la frammentazione dell'Aikido italiano e le sue cause, ma anche tematiche extra-tatami, come l'economia italiana, il dramma dello tsunami giapponese e il dilemma nucleare