Dal Kōdōkan Jūdō al Kobudō Kenkyukai: Evoluzioni nel Pensiero di Jigorō Kanō Sensei

di ADRIANO AMARI - Dopo la Restaurazione Meiji, la società giapponese per la più parte aveva preso a rifiutare le arti militari tradizionali. Questa situazione peggiorò nel periodo Taisho con l'aumento del commercio con l'Occidente e l'assimilazione dei suoi costumi. Jigorō Kanō si rese conto della necessità di mantenere e preservare i koryu. Per questo fine Kanō creò il Kobudō Kenkyukai, un istituto all'interno del Kodokan, i cui scopi, assolutamente rivoluzionari e ignorati dai più, dovevano cambiare tutto il mondo del Budo. Vi presentiamo il primo di un trittico di articoli sul tema

Cosa È l’Aikido

di KISSHOMARU UESHIBA - Alla menzione del termine "arte marziale" molte persone evocano l'immagine di una persona con un atteggiamento intimidatorio e aggressivo, e in effetti ci sono alcuni cosiddetti artisti marziali che si comportano così. Tuttavia, tale comportamento è una chiara indicazione che non si capisce davvero il Budo. L'eccessiva aggressività è in realtà vanitosa sbruffonaggine che maschera una mancanza di fiducia in se stessi

Tradizioni Inventate – Il Caso del Judo di Kano Jigoro

di CHIARA BOTTELLI - Tradizione non è la somma delle reali pratiche del passato che sono rimaste nel presente; piuttosto tradizione è un topos moderno, una rappresentazione precisa di idee e situazioni socialmente desiderabili (a volte indesiderabili) concepite come se fossero tramandate da generazione a generazione