Pencak Silat, Jū Jutsu, Aikidō e Tempi Moderni: Consapevolezza e Ipocrisia

di ADRIANO AMARI - Lo spunto per scrivere quest’articolo proviene da una lettura e dalla pratica. Nel filone dei miei studi (trasversali e comparativi) ho recentemente affrontato il fondamentale libro sulle Arti Marziali indonesiane, scritto da Donn F. Draeger negli anni ‘70: “The Weapons and Fighting Arts of Indonesia”.

Kobudō Kenkyukai IV: L’Eredità

di ADRIANO AMARI - La chiusura del Kobudō Kenkyukai nel 1938 rappresenta una prima avvisaglia di come il Jūdō si apprestava a iniziare una lunga discesa qualitativa, dove gli insegnamenti di Jigoro Kanō sensei sarebbero stati progressivamente disattesi, nonostante la sorveglianza di alcuni “guardiani” come Mifune sensei, che curò la direzione tecnica del Kōdōkan per molti anni. È chiaro che esisteva un gruppo influente, all’interno del Kōdōkan, che era più interessato all’aspetto politico ed economico della disciplina che alla visione del Fondatore

Le Tecniche Imparate Attraverso il Kata Possono Essere Rivitalizzate con il Randori

di KENJI TOMIKI - Quei tipi di bujutsu che con la scomparsa degli scontri di strada avevano perso l'opportunità di allenarsi nello shiai mostrarono segni di degenerazione, a causa del fatto che era impossibile per i loro praticanti sperimentare personalmente il vero potere delle arti marziali e il nucleo dei principi delle arti. Come mezzo per correggere questo declino, furono inventate la pratica con la spada di bambù del Kenjutsu e la pratica del combattimento libero (randori geiko) del Jujutsu

Mrs Judo: Keiko Fukuda and the Long Path to Female Inclusion in Budo

by SIMONE CHIERCHINI - Budo is the world of Mars and has traditionally been the exclusive domain of men for centuries. Although there have always been notable exceptions in the past, it is only after the Second World War that the female presence in the world of martial arts began to be visible. Keiko Fukuda, the only 10th Dan woman in Judo history, was the standard-bearer of this inclusion

Mrs Judo: Keiko Fukuda e la Lunga Strada verso l’Inclusione Femminile nel Budo

di SIMONE CHIERCHINI - Il Budo è il mondo di Marte e per secoli è stato tradizionalmente il dominio esclusivo degli uomini. Nonostante eccezioni notevoli ci siano sempre state anche in passato, è solo dal secondo dopoguerra che la presenza femminile nel mondo delle arti marziali ha cominciato a divenire visibile. Keiko Fukuda, unico 10° Dan donna della storia del Judo, è stata la portabandiera di questa inclusione

Tomiki: I Cambiamenti nel Jujutsu e la Sua Modernizzazione

di KENJI TOMIKI - Le arti marziali giapponesi medievali in origine erano esclusivamente interessate alla dottrina della suprema vittoria sul campo di battaglia. Durante lo Shogunato Tokugawa, si evolsero in Kyoiku Budo, ossia in Budo "educativo", evento di grande rottura con la cultura guerriera antecedente. Questo significa che da allora l'enfasi della formazione prese a spostarsi dai Waza alla Via

Tradizioni Inventate – Il Caso del Judo di Kano Jigoro

di CHIARA BOTTELLI - Tradizione non è la somma delle reali pratiche del passato che sono rimaste nel presente; piuttosto tradizione è un topos moderno, una rappresentazione precisa di idee e situazioni socialmente desiderabili (a volte indesiderabili) concepite come se fossero tramandate da generazione a generazione