Aikido in Australia


Seichi Sugano sensei è la figura centrale dello sviluppo dell’Aikido in Australia

Riprendere l’Aikido dopo trentacinque anni di sosta è forse cosa non facile, ma se lo si fa, vuol dire che qualcosa è rimasto intrappolato nel cuore e nella mente e aspettava solo di esserne tirato fuori esattamente come il genio esce fuori dalla lampada grazie ad un desiderio. Ed è cio che è successo allo scrivente.

di CLAUDIO BASCHETTI
Molte cose sono cambiate dal lontano 1985. Senza soffermarci sui personali dettagli anagrafici, inevitabilmente cambiati, era il luogo, la nazione, la patria, se vogliamo, ad essere cambiata. Nel frattempo ero infatti emigrato, o meglio trasferito down under, nella terra chiamata da molti dei canguri. E per ricominciare da capo questa meravigliosa arte marziale mi sembrava doveroso innanzitutto conoscerne la storia dalla sua fondazione ad oggi in Australia. Oggi vi passo con piacere le notizie da me raccolte.
Carpendo informazioni da svariate fonti si puo’ senza dubbio affermare che il primo Maestro che ha introdotto l’Aikido in Australia è stato Arthur Moorshead. Moorshead era stato precedentemente un allievo di Tadashi Abe in Francia e Kenshiro Abe in Inghilterra. Nel 1963, emigrò in Australia dove si stabilì a Melbourne e lì iniziò a tenere le prime e sconosciute lezioni di Aikido. Uno dei suoi primissimi allievi australiano è stato David Brown, diventato in seguito Shihan con il grado di 7Dan, ed ora personaggio di rilevante importanza nel mondo dell’Aikido Australiano.
Nel 1965 viene ufficialmente fondata l’Aikikai d’Australia per merito di Seiichi Sugano, che arrivò a Sydney spedito direttamente dall’Aikikai come rappresentante ufficiale dell’Hombu Dojo. Sugano ha quindi assunto la responsabilità e la direzione didattica dell’istruzione, organizzazione e diffusione dell’Aikido in Australia. Con il passare del tempo è stata costruita una rete di dojo affiliati all’Aikikai in ciascuno degli stati australiani. Sugano lasciò l’Australia nel 1979 trasferendosi in Belgio.
Dopo Sugano Sensei un’altra generazione più giovane di aikidoka è arrivata dal Giappone per continuare il lavoro di divulgazione dell’Aikido in Australia. Nel corso degli anni numerosi australiani si sono esercitati all’Hombu Dojo e a Iwama con Morihiro Saito Sensei. Tre degli studenti australiani di Saito, Barry Knight, Michael Field e Derek Minus, hanno costruito dojo privati, i primi due a Melbourne e l’ultimo a Sydney, nei primi anni ’80. Da ricordare anche la venuta del Doshu Kisshomaru Ueshiba e Morihiro Saito che hanno fatto varie dimostrazioni e insegnato in Australia. Inoltre, Kenji Tomiki nel marzo 1977, e successivamente Hideo Ohba nel 1981, hanno apportato anche loro un significativo contributo nello sviluppo di questa disciplina. Più recentemente, Tetsuro Nariyama ha visitato l’Australia in quattro occasioni tra il 1983 e il 1987.
Yoshimitsu Yamada sensei nel corso del suo recente seminario in AUstralia

Attualmente ci sono diverse migliaia di praticanti in questo paese ed il numero aumenta costantemente. Dopo la morte di Sugano Sensei, il quale era molto considerato e rispettato sia come persona che come maestro, ha preso, per cosi dire, il timone dell’Aikikai d’Australia Yoshimitsu Yamada Sensei, diventandone il Patron assoluto. Yamada è venuto recentemente da New York, dove egli risiede, all’annuale Summer School che si tiene a Melbourne, dando prova della sua abilità e del suo carisma nonostante abbia raggiunto la rispettabile di 82 anni.
Attualmente il grado d’insegnamento ha raggiunto livelli tecnici molto alti, con stimati maestri del calibro di Tony Smilbert 7Dan Shihan, il già  citato David Brown 6Dan Shihan, Robert Botterill 7Dan Shihan. A Gennaio del 2020 ad altri tredici Maestri tutti 6Dan e provenienti da varie parti d’Australia è stato riconosciuto il titolo di Shihan dall’Hombu Dojo (John Rockstrom, Graham Morris, Ray Oldman, David Scott, Michael Petery, Hugh Derham, Felicia Birman, Steve Armfield, Geoff Savage, George Lo, Marie Petery, John Watson, Andrew Dziedzic).

Per concludere , si può certamente affermare che l’Aikido d’Australia è ben radicato e che nel corso degli anni ha dato molti frutti e molti altri ancora ne darà con le nuove generazioni di aikidoisti. Per quanto riguarda lo scrivente, il sogno continua, con lo sguardo proteso in avanti… senza spazio né tempo.
Copyright Claudio Baschetti ©2020
Per le norme relative alla riproduzione consultare
https://simonechierchini.wordpress.com/copyright/